Mario Brunello con Schubert e Schoenberg all’ORT

Con Mario Brunello, l'Orchestra della Toscana sfolgora di balenante qualità cameristica... Primo violino (Daniele Giorgi) e prima viola (Stefano Zanobini), uno di fronte all'altro, si guardano e si ammiccano tra loro, a confermarsi con lo sguardo e con i cenni gli attacchi, le intenzioni, le intensità, in accordo con i segnali che Brunello, dal violoncello... Continue Reading →

Argerich, Dutoit e l’Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo al Maggio

Vladimir Horowitz, Artur Rubinstein, Walter Gieseking, Maurizio Pollini, Svjatoslav Richter, Claudio Arrau, Daniel Barenboim, Emil Gilel's, Krystian Zimerman, Vladimir Aškenazi, Van Cliburn, András Schiff......tutta gente che Martha Argerich, in certi repertori e momenti, si è bevuta come cappuccini... Quando la discografia si è accorta di lei e di Claudio Abbado, per incisioni a Berlino e... Continue Reading →

«Il barbiere di Siviglia» al Macerata Opera Festival

Dati i problemi descritti nel Papiro di quest'anno, temevo stavolta di rimanere senza il Macerata Opera Festival... Inoltre, il Festival ha cambiato testa... Francesco Lanzillotta e Barbara Minghetti, dopo 3 anni di gioie, hanno lasciato al solo Luciano Messi (in realtà c'è un direttore artistico: Paolo PInamonti) la responsabilità di quest'anno e Donato Renzetti ha... Continue Reading →

The Witches Seed

Quando ne ha parlato Keep Calm and Drink Coffee io avevo già i biglietti... e andare non è stato facile... io abito a Firenze e sul sito del Tones Teatro Natura si parlava di navette che partivano anche da Stresa...weekend sul Lago Maggiore, Isola Bella, e la sera Witches Seed...sarebbe stato ottimo, ma il lavoro... Continue Reading →

Renzetti all’ORT

Renzetti è in giro da più di 50 anni...è stato timpanista alla Scala, ha scritto alcune canzoni di musica leggera (intorno al 1970) per il colosso disco-editoriale Sugar (non ha nulla a che fare con lo zucchero: è il nome di Ladislao Sugar, il discografico di origine ungherese, e quindi László Sugár, che spadroneggiava, insieme... Continue Reading →

Andrea Battistoni all’ORT

Quando è venuto fuori intorno al 2010, Battistoni, nato nel 1987, attirò diverse attenzioni... compositore, neanche 25enne, che si misurava da subito, come direttore, con Verdi, l'orgoglio nazionale, andando in giro a dire che era un super e che di musica ne capiva tantissimo, al contrario di quanto ha sempre affermato la critica germanofona...quando nel... Continue Reading →

«L’Amico Fritz» al Maggio (Frizza, 2022)

L'amico Fritz è un'opera particolare... Mascagni disse che, dopo i trionfi di Cavalleria Rusticana, voleva un'opera di sola musica, senza trama... ma Mascagni era uno che mentiva (era di quelli tipo Pupo, che hanno una moglie e i nipoti a casa e un'amante fissa, segreta formalmente, ma segreta come il segreto di Pulcinella, in una... Continue Reading →

[2022] Le canzoncine di Sanremo

Negli anni scorsi mi sono trovato ad ascoltare di sfuggita, tra radio, tv e video vari, canzoni dei festival del passato... e mi scoprivo a dire «senti che carina questa canzone»... poi vado a vedere i post relativi, e scopro che quelle canzoni così "carine" le avevo tragicamente stroncate! Sicché farò un post trucidamente buono!... Continue Reading →

Il Mariinskij al Maggio!

Io l'ho vista l'orchestra del Mariinskij, proprio al Mariinskij, a San Pietroburgo! Lo racconto, tra immense scempiaggini, qui... Sono un superfan del Mariinskij, e mi reputo forse un superfan di Valerij Gergiev, sul quale però ho sempre avuto grossi dubbi "politici" (espressi molto male in Evgraf Andreevič Živago: post pieno di idiozie che forse dovrei cancellare)...... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑