Matthias & Maxime

Il genialoide bambino artistoide che giocava con il formato e costruiva le poesie del 1:1 in filmoni anche di 3h videoclippari di Beethoven come di pop songs anni '90-'00, infarciti di rabbie e passioni insostenibili, ha raggiunto il suo culmine con Mommy (2014) e Just la fin du monde (2016) quando è riuscito a scritturare... Continue Reading →

La mia vita con John F. Donovan

Xavier Dolan decide di fare la sua personale versione di Velvet Goldmine e tira fuori un meccano combinatorio di fabula (fatta di drammi edipici e di drammi dell'autorappresentazione) e intreccio (con la fantasticamente strumentale [e stupendamente efficace, là dove è del tutto inutile] »scena madre« di riconciliazione) da connettere con una scrittura visiva del tutto... Continue Reading →

Boy Erased

Joel Edgerton è un attore normale, bravino, ma, a mio avviso, non da strapparsi i capelli... decide di esordire alla regia con questo pappone ben intenzionato da indirizzare contro quegli idioti (che anche in Italia sono tanti, viste le isterie dell'imminente congresso di Verona sulla "famiglia") che ritengono che dalla omosessualità si possa guarire... Come... Continue Reading →

È solo la fine del mondo

Io non sono un eccezionale fan di Xavier Dolan... anche perché ho visto solo 2 suoi film, Laurence Anyways e Mommy... E da quei due esempi ho constatato che per lui il "buttare fuori tutto", l'esprimersi, l'urlare tutta la propria condizione emotiva, sono questioni prominenti... I volti dei suoi attori, perfettamente composti nel suo 1:1 (al massimo... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑