Rifkin’s Festival

Non c'è che da ribadire quanto detto in A Rainy Day in New York, e, dato che l'ho visto in italiano, quello che si è detto in Wonder Wheel... Maura Vespini, per seguire il manierismo di Oreste Lionello, rese "più divertenti" certe intenzioni dei film di Allen: difatti, ogni tanto, se si acuisce l'orecchio (o... Continue Reading →

Miss Marx

Dopo Raoul Peck con Il giovane Karl Marx, che non era tutto 'sto granché, Susanna Nicchiarelli prova anche lei a misurarsi con Marx, e riesce a farlo con ottima coerenza, perché prende Marx di sbieco... L'ottica obliqua su Marx, optata da Nicchiarelli, è quella di una delle tre figlie (le uniche sopravvissute dell'infornata dei 7... Continue Reading →

1917

"Inquadro" meglio questo film se illustro alcuni pregressi sulla Prima Guerra Mondiale e il piano sequenza su cui mi sono trovato a plasmarmi... per esempio: SULLA PRIMA GUERRA MONDIALEpiù che tanti libri "storici", la tragedia della Prima Guerra Mondiale io l'ho vissuta più che altro con gli War Poets britannici, soprattutto con Siegfried Sassoon e... Continue Reading →

Maleficent, signora del male

Il primo film di Robert Stromberg (con interventi di John Lee Hancock) m'aveva un po' stomacato... Le operazioni di switch tra buoni e cattivi sembrano tanto belline in superficie ma, come dimostrano tutte le letture intelligenti (scritte da esperti) sulla materia dello storytelling e del suo ruolo psicanalitico nello sviluppo mentale, lasciano, in sostanza, il... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑