Un paio di notarelle sulla prima della Scala 2021

Di Macbeth si è parlato fin troppo:è la n. 21 di Operas III...ci sono le impressioni di Muti al Maggio...e c'è la recensione della versione '47 di Auguin a Parma... A Parma ci andò la RAI a riprendere, con regia di Arnalda Canali...e a Canali la RAI ha affidato il Macbeth scaligero di quest'anno... -... Continue Reading →

«Tosca» “straordinaria” per gli 85 anni di Mehta al Maggio fiorentino

È stata annunciata con solo una 20ina di giorni di preavviso...Cast di stelle di grido: Meli, Hernández, Salsi...Forma di concerto...Giorno lavorativo...19 di sera... Una data "impossibile" per chiunque dica di "lavorare"......per fortuna non per me che il mercoledì ho la mattina! ...e, ovviamente, c'è la componente che osserviamo ogni volta quando ultimamente (da quando è... Continue Reading →

L’«Otello» del Maggio Musicale Fiorentino su Rai5

A mio modestissimo avviso, questo Otello è stato il "monumento nazionale" alla pochezza e alla debolezza scenico-musicale... Dopo Cardillac, Valerio Binasco torna al Maggio con un allestimento di décors sciapo e privo di sapore: una illustrazione diligente del tutto priva di fascino e significato... La gestica presentata era "classica", quasi da tableaux vivants, e solo... Continue Reading →

La »Tosca« della Scala al cinema

A me Tosca piace... Penso che sia uno dei testi contro la dittatura più significativi con cui un essere umano possa mai interagire... E penso sia una miniera strepitosa di soluzioni musicali espressive, mentali...Nel 1900, dopo Verdi (molto Verdi, soprattutto l'inizio de abrupto è preso da Otello, numero 38 di Operas VI), Wagner (considerato da... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑