Don’t Look Up

Io non sono mai tenero con Adam McKay, che ritengo esagerato nell'uso troppo esasperato dei diversi modi di inquadratura... sembra di quelli, come il detestato Chazelle, che gira a caso e poi cerca di trovare la quadra solo al montaggio... e siccome lavora molto con Chazelle, io sono sempre stato allergico a Linus Sandgren... -... Continue Reading →

007 No Time To Die [fiaba e spoiler]

Difficile parlarne... quindi, come al solito, andrò a suggestioni random! - È fiaba! È fiaba bella pregna e bella pompante! Quasi tutti i cattivi sono orchi perfino deformi e deturpati, quasi a simboleggiare le storture dell'essere umano inner, le brutture dell'inconscio, come i veri cattivi sanno fare da sempre (Rami Malek è tutto sfigurato, c'è... Continue Reading →

Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni

Non è che si stia parlando di un film bellissimissimo, però ha i suoi gran begli argomenti... In primis la compattezza fiabesca del costrutto totale: gli sceneggiatori (Ashleigh Powell, praticamente un esordiente, unico a ottenere il credit, e l'espertissimo Tom McCarthy di Up, Spotlight, Goodnight and Good Luck, e del telefilm Law and Order) hanno seguito le regole... Continue Reading →

First Man – Il primo uomo

È un film esageratamente lungo, depresso e depressoide, che vede la conquista della luna come singola vicenda privata di elaborazione del lutto...Un'idea molto spielberghiana (anche Spielberg c'ha messo i soldi con la sua sempre rediviva ma ormai defunta DreamWorks: è una ditta zombie): rimpicciolire gli eventi del mondo (l'Olocausto, la Guerra Fredda) in eventi privatissimi, di... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑