«Gerry» di Gus Van Sant, 2002

Il copyright è 2001, ma tutti lo considerano del 2002, per cui mi adeguo... Dopo un esordio molto "artistico" (i quattro lungometraggi d'«esordio» degli anni 1985-1993: Mala Noche, Drugstore Cowboy, My Own Private Idaho, Even Cowgirls Get the Blues, quest'ultimo andato malissimo), dal 1995 al 2000, Van Sant si lascia "scoprire" (dopo essere stato attenzionato... Continue Reading →

American Animals

È un film composto: Un po' da solido intrattenimento d'azione, simile a quello di lusso sfoggiato da Edgar Wright in Baby Driver... Un po' da una voglia generalizzata di avanguardia, declinata soprattutto sul versante Lanthimos del Cervo Sacro (anche qui c'è l'attore Barry Keoghan)... Un po' è la versione più compatta e meno "spiegata" di... Continue Reading →

Don’t Worry

E la stagione comincia con uno straordinario Gus Van Sant, che riesce nella crasi tripla tra il film di handicap, quello del "fine vita" e quello dell'alcolizzato che si redime, in un lavoro ben superiore a tutti i film hollywoodiani sull'argomento (se ne parlava in Il colore nascosto delle cose e un po' anche in quella lagna di Manchester... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑