Mank

Sono tanti anni, se non da Fight Club (che è del '99) sicuramente da Benjamin Button (2008), che Fincher va in giro a raccontare che l'«autore cinematografico» non esiste e che Citizen Kane è tutto merito di Herman Mankiewicz e Gregg Toland... L'affermazione, Fincher non se ne accorge, non è sostanziale, perché è una sentenza... Continue Reading →

Spielberg IV (1988-1991)

Continua da Spielberg III... INDIANA JONES AND THE LAST CRUSADE (1989)Sebbene impegnato in una grossa concorrenza a Disney con Don Bluth e con altri fino al 1995, Spielberg si butta a capofitto in grossi negoziati contrattuali con una Disney che comincia a essere ben diversa da quella lasciata da Bluth nel 1980… Negoziati per cosa?... Continue Reading →

«Roma» di Cuarón

PREMESSANel 2001, Corrado Guzzanti imitava Antonello Venditti cantando aneddoti e stupidate varie della vita suburbana di Roma attraverso lo stradario del Grande Raccordo Anulare... il ritornello faceva: «E allora vieni con me amo' sul Grande Raccordo Anula', che circonda la capita', e nelle soste faremo l'amo' re ee! E se nasce una bambina poi la... Continue Reading →

«After Miss Julie» alla Pergola

Fröken Julie è una roba di Strindber del 1888, che sancì perentorio il Naturalismo teatrale e una sorta di Kammerspiel nordico... Una cosa alla Verga, alla Ibsen o alla Haneke (tra Jeli il pastore, Spettri e Il nastro bianco): la divisione in classi sociali determina stragi di coscienze allucinate... Nel 1995, Patrick Marber, alla sua seconda prova di drammaturgo... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑