«West Side Story» di Spielberg

CHIARIMENTO:West Side Story fu ideato nel 1957 dalle persone che potete trovare su Wikipedia...nel 1961, da West Side Story trassero un film altre persone, anche lì da riscontrare su Wikipedia...questo di cui sto parlando è un adattamento del 2021 fatto ancora da altre persone, anche queste da vedere su Wikipedia...chiarisco perché userò i nomi propri... Continue Reading →

Encanto

Da quando "capo animato" della Disney è diventata Jennifer Lee (dal 2018, in rimpiazzo di John Lasseter, che nel 2017 ricevette lamentele per cose che ancora non si sanno, ma dai trapelamenti si evince che è roba che ha a che vedere con "abbracci e baci improvvisi e non richiesti", con toccate di cosce e... Continue Reading →

The Last Duel

Si sa che Ridley Scott è passato sotto tantissimi flop...ma in qualche modo Scott ce l'ha fatta a riemergere ogni volta... I suoi primi trionfi creativi, cioè Blade Runner e Legend furono già loro formali flop prima dell'osanna cult, e Scott sopravvisse loro grazie alla "rendita" di The Duellists e Alien e poi ai poliziotteschi... Continue Reading →

Cruella

Si può avere tutte le idiosincrasie che ci pare per questo genere di film e si possono avere con somma ragione... Ma all'interno di un filone logoro e bieco come i live action Disney, così scalcagnati e ridicoli di statuto e a priori, le idee portate avanti da Craig Gillespie sono OTTIME, sono davvero il... Continue Reading →

Soul

M'è successa la stessa cosa di Isle of Dogs: avevo così tanto in mente gli archetipi, gli ipotesti usati da Docter in Soul per apprezzare davvero Soul... Io di commediole sull'aldilà dell'anima morta che deve tornare al corpo ma che per un po' sta in un corpo diverso ne ho viste a milionate... Le prime... Continue Reading →

«An American Tail» di Don Bluth, 1986

Già se n'è parlato abbastanza in Spielberg III e delle musiche di James Horner s'è già un po' accennato qui... Ora mi viene da parlare della curiosissima valenza del titolo, giocato tra tail (la coda del topo) e tale (la storia inventata)... [il gioco di parole è usato alla grandissima da Lewis Carroll in Alice's... Continue Reading →

Frozen II

Vederlo doppiato è un po' una fatica... Fiamma Izzo è brava e solida, certo, e confeziona bene un giocattolino di voci messe bene (Serena Rossi e Serena Autieri rinnovano la loro aderenza ai personaggi), ma i Brancucci (Ermavilo e Lorena) impostano le canzoni in modo quasi lirico, cosa che cozza con l'impostazione palesemente musical che... Continue Reading →

Maleficent, signora del male

Il primo film di Robert Stromberg (con interventi di John Lee Hancock) m'aveva un po' stomacato... Le operazioni di switch tra buoni e cattivi sembrano tanto belline in superficie ma, come dimostrano tutte le letture intelligenti (scritte da esperti) sulla materia dello storytelling e del suo ruolo psicanalitico nello sviluppo mentale, lasciano, in sostanza, il... Continue Reading →

Un nuovo «Lion King»

Mi aggiungo al coro di quelli che certe operazioni non le capiscono...E non posso che rimestare in vecchie storie che questo blog rimescola ogni volta onde sviluppare questo concetto... - QUESTIONE NUMERO UNO: LA REALTÀ Che il cinema, nell'idea Lumière, sia nato come documentazione del reale, sì, può darsi anche che sia vero (ma non... Continue Reading →

Endgame

È difficile parlarne...opterò per una soluzione alla rinfusa: quel che mi viene in mente, quando mi viene in mente...se non ci si capisce niente, vabbé: non si capisce granché neanche nel film! Naturalmente ci saranno spoiler...e se agli spoiler non si sopravvive, vabbé, questo film insegna che si può sempre risorgere per rimorire di nuovo... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑