Roald Dahl’s The Witches

PRODROMI Quando, dopo Allied, Zemeckis riuscì a fare Marwen, mi stupii moltissimo... Zemeckis, quello che dopo il 2000 s'era abbonato alla ciofeca di Motion Capture, e che anche quando "ritornava", con Flight (2012), non faceva benissimo, e poi continuava la sua 'zienda di film vomitevoli con The Walk (2015: è nei meandri di Let’s go... Continue Reading →

Dark Waters

Tecnicamente è un film "approvato" da Steven Spielberg... la Participant Media, distributrice del film, è consociata nel conglomerato finanziario di Spielberg... spieghiamoci:si diceva in GGG che, per stare a galla dopo l'effettivo affondamento della DreamWorks, Spielberg aveva "venduto" agli indiani della Reliance, ma la Reliance è una cosa enorme, occupata in tutto (dalle autostrade ai... Continue Reading →

Serenity, l’isola dell’inganno

Sono andato dopo aver letto le idee di Chest of Tales, sicché me lo sono un po' spoilerato, ma vabbé... - Molto spesso io trovo queste operazioni delle sciocchezzuole... Uno degli archetipi maggiori di questi alambicchi di vicenda, se si esclude naturalmente la Alexandra di Licofrone (300-200 a.C.), è, lo dico sempre, il romanzo «Pincher»... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑