«Il segreto degli alberi» di Elena e Laura Canepa

Devo essere molto sincero...A livello di gusti Il segreto degli alberi, di Elena e Laura Canepa di Due sorelle e una stanza di libri, mi è lontanissimo... Ma disquisire di gusti è un assurdo... si sa... Quello che c'è da fare è comprendere... E per comprendere Il segreto degli alberi, a mio avviso, c'è da... Continue Reading →

[2021] Le canzoncine di Sanremo

È il terzo post di questo tipo dopo il 2019 e il 2020... Lasciamo, per cortesia, perdere la cacchiata del «Sanremo non si guarda»: la si può pronunciare solo se si boicottano *tutti* gli altri premi/kermesse idioti del mondo, a cominciare dagli Oscar: molti di coloro che mi dicono «guardi Sanremo, fai schifo» poi stanno... Continue Reading →

«Music» di Sia

Come evinto dalle Musichine per San Valentino e dal malloppo sui Deep Purple scritto con Chicco, la mia competenza sulla musica composta dopo la dipartita di Richard Strauss (nel 1949) oppure dopo le morti di Olivier Messiaen (nel 1992) o di Peter Maxwell Davies (nel 2016), la musica, cioè, non appartenente a quell'agglomerato stupido che... Continue Reading →

La «Salome» di Chailly/Michieletto

Sarò brevissimo perché della Salome (già nelle Musiche ispirate alla luna) un giorno parlerò "per bene"... Si sa tutti che doveva essere Zubin Mehta a dirigerla, ma, dopo un paio di ottimi concerti streaming da Monaco e Firenze (in entrambi ci ha regalato dei fantastici Preludes di Liszt!), è stato sopraffatto dall'affaticamento (Mehta ancora non... Continue Reading →

Ammonite

È praticamente identico alla Giovane in fiamme... Se ne discosta, certo, in alcuni punti: è più mosso, anche se ugualmente pittorico: ha molta più macchina a mano, che però scruta bene diverse angolazioni alla Caspar David Friedrich...ha meno fronzoli poeticisti e va più alla descrizione del quotidiano... e questi punti sono insieme la sua croce... Continue Reading →

Musichine per San Valentino

Ooooh, faccio un post per San Valentino anche io!Con tutto l'impegno possibile! Quando si arriva agli anni 1960s si vede che la mia competenza svanisce e si va a braccio, senza più alcuna pretesa di serietà! È un elenco molto limitato, poiché tutta la Musica parla d'amore... E avverto subito che non ci saranno né... Continue Reading →

Buffy non è Whedon

Chiunque abbia un minimo di esperienza con la "cultura" è millenni che scinde l'uomo dall'artista e, soprattutto, l'opera d'arte dal suo "creatore"… e spesso chi ha esperienza con la cultura sa benissimo che l'opera d'arte molto raramente è "creazione" di una persona sola… alcuni esempi:Berlioz era oppiomane paranoico e possessivo, per poco non è stato... Continue Reading →

«Echi di Romanticismo» di Eleonora Zizzi

Eleonora Zizzi è quella di Storyteller's Eye Word, appena incontrata nei Blog preferiti, e ha scritto una silloge di poesie, Echi di Romanticismo, che sono onorato di aver potuto leggere... Dopo una introduzione (di Lucia Bonanni) che fascinosamente (anche se un po' rocambolescamente) spiega e dimostra quanto oggi al termine Romanticismo si possa associare questo... Continue Reading →

«La Torre» di Uwe Tellkamp

Ho finalmente finito questo malloppo di 1300 pagine... Scritto nel 2008 per la Suhrkamp di Frankfurt am Maintradotto da Francesca Gabelli per la Bompiani di Rizzoli nel 2010digitalizzato in ebook (anche per il Kindle di Amazon) nel 2012... Una digitalizzazione piena di problemi: non ha "letto" i caratteri non latini, che nel libro sono tanti... Continue Reading →

Mank

Sono tanti anni, se non da Fight Club (che è del '99) sicuramente da Benjamin Button (2008), che Fincher va in giro a raccontare che l'«autore cinematografico» non esiste e che Citizen Kane è tutto merito di Herman Mankiewicz e Gregg Toland... L'affermazione, Fincher non se ne accorge, non è sostanziale, perché è una sentenza... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑