Symphonies

Siccome il lavoro mi tiene lontano dalle sale cinematografiche, e siccome nei post precedenti ho parlato di «sinfonie preferite», ho deciso di stilare una lista, sulla scia di La mela e il mare e Sing along, oppure sulla scia delle liste di Guargantua e Pantagruele, delle sinfonie che più mi aggradano... - Rispetto alle liste precedenti, stavolta non elencherò... Continue Reading →

Park Place

Un altro discorso è sulla percezione dell'immaginario musical-teatrale, e si ricollega in qualche modo a Lo Stregatto Astratto... - Da anni medito un post contro quei musicologi assimilabili ai loggionisti, che sdànno se gli cambiano qualche nota e ululano contro gli allestimenti moderni di certi classici di repertorio (tracce in tra fantasmi ed ombre…, in «Turandot…» « LA... Continue Reading →

Змеéвна

E niente... Donizetti (per altro puttaniere) parlava di quanto i matrimoni imposti e i conseguenti rapporti non consensuali fossero terribili già nel 1835, nonché di quanto le faide tra schieramenti avversi fossero atroci e distruggenti qualsiasi tessuto sociale... Lucia di Lammermoor parla dell'amore nascosto tra Lucia ed Edgardo, che non si possono sposare poiché sono... Continue Reading →

Boardwalk

Torno a parlare di cose già leggermente affrontate in Marven Gardens... Sono cianfrusaglie risultanti dal mio lavoro... - È opinione comune che in Italia si sia pieni zeppi di roba artistica, più che in altri posti del mondo... La cosa, alcune volte, può essere considerata vera... per esempio l'Inghilterra è riuscita a fare un catalogo sistematico... Continue Reading →

42

Eccezionale dibattito stamattina nel plesso di Via Laura dell'Università di Firenze, organizzato da Luca Toschi e il Communication Strategies Lab, con Donald Norman e Luciano Mecacci! - Oggetto era il rapporto tra l'umanità e l'intelligenza artificiale... Noi del Laboratorio di Strategie della Comunicazione del 2011 (con Gianluca Torrini), conoscemmo Norman in un altro incontro organizzato da... Continue Reading →

Happiness isn’t always the best way to be happy

Giorno 60, Anno VIII dello Stato Tirilullino Difficile commentare la Brexit per me: io non ho mai neanche visitato il Regno Unito... Le uniche cose che conosco dell'Inghilterra sono poche cose riguardo la sua arte: letteratura, musica, pittura, scultura, illustrazione, letteratura, cinema; e la sua Storia, apprese sui libri, per cui non posso dire granché...... Continue Reading →

Evgraf Andreevič Živago

Valerij Gergiev ha diretto l'orchestra del Mariinskij a Palmira, per celebrare la vittoria di Putin e di Assad sull'ISIS e la riconquista dello straordinario sito archeologico, ridotto dai fondamentalisti a un magazzino di opere d'arte antica da smerciare al miglior offerente... - Già qui gli interrogativi, per me, erano tanti: c'era gente disposta a mettersi... Continue Reading →

Lo Stregatto Astratto

Gli scherzi dell'immaginario collettivo sono davvero scherzi da prete: gaglioffi, stupidi, di un umorismo elementare... però con questo immaginario tocca comunque fare i conti, sia a livello storico, sia a livello di creazione... - Per l'immaginario collettivo Dracula è il padrone di Frankenstein: negli adattamenti "appiccica-tutto", risalenti per lo meno alla Hammer (Terence Fisher) e... Continue Reading →

La Scala F

  All'indomani delle Elezioni Europee, nel 2014, scrissi questo (vedi PARIS NOUS APPARTIENT!): «la prova del nove [per sapere se Renzi è destra o sinistra] si avrà solo quando smetterà di parlare di "emergenze" e affronterà problemi quotidiani come 1) immigrazione, 2) parità di diritti, 3) evasione fiscale, 4) militarismo, 5) testamento biologico/fecondazione assistita/aborto, 6)... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑