Tokyo Monogatari

Giorno 99, Anno V dello Stato Tirilullino - - l'Aeroporto Leonardo da Vinci di Roma, a Fiumicino, è immenso: pieno di parcheggi e di svincoli autostradali... io credo che neanche il Franz Joseph Strauss di München sia così grande... - noi siamo partiti dal Terminal 3 (che si raggiunge addirittura con una monorotaia interna all'aeroporto)... Continue Reading →

Berlin Alexanderplatz

  eppure c'è un senso di "quartiere squallonante" (tipo Le bureau des prises de mer), e soprattutto per "reazione" al bianco del marmo... il marmo che circonda ogni cosa, il marmo che aggetta in fronte a noi, di ogni epoca, epoche che hanno sempre scenografato la magnificenza, la grandezza, in modo ostentato e potente... l'antichità della... Continue Reading →

Der Himmel über Berlin

la "trasferta" a Berlino Ovest è stata rigenerante...le cose non sono rose e fiori eh, perché dalla DDR si passa al più puro nazismo... però, le geometrie dell'Olympiastadion sono quelle del film Chariots of Fire di Hugh Hudson, quello con la musicona di Vangelis (e io mi sto rammaricando di non star vedendo le Olimpiadi... Continue Reading →

Amme, um alles, wo find’ ich den Schatten?

eccezionale il museo di Pergamo:c'è la Porta di Babilonia e spettacolari monumenti akkadici e assiri...sono le cose forse più suggestive dell'antichità:i Leoni hanno le ali e le teste di saggio uomo barbutoanche le persone hanno le alio persone normali stanno ieratiche davanti a umanoidi con la testa di falco e le ali imperiose aperte, con... Continue Reading →

Space Century

insomma mentre passeggiavo con la Lottola (sul ghiaccio e a meno 10 gradi) mi sono imbattutto in un condominio qualsiasi del super-centro berlinese (quello che si chiama Mitte)... s'era un pochino di sotto Unter der Linder, forse Französische Strasse... - c'era una verandina sorretta da "braccia" ad L rovesciata, con "braccio" al muro e uno... Continue Reading →

One-Eyed Jacks

la libidine sacra del freddo, della neve...e l'asetticità contemporanea dell'"adesso"...non voglio dire del "nuovo" o del "contemporaneo",proprio dell'adesso...è una città di ADESSO, è nata adessoalcuni "sassetti" del 1600, del 1800, circondati da un "adesso"un adesso tecnologicouna pacchia assoluta per gli amanti dell'oggi...neanche New York è così "adesso"...ok, a New York non vedi il cielo, è... Continue Reading →

Angel of the Waters

Dunque:da Sud a Nord e da sinistra a destra, come fanno le guide...----STATEN ISLANDappena svegli,colazione americana e la nostra prima Metropolitana...-la fermata di South Ferry è corta, quindi, per uscire bisogna essere sui primi vagoni del treno... dopo Battery Park, alla penultima fermata, difatti, sono stati proprio i newyokesi a dirci di arrivare alle prime... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑