«Tutto chiede salvezza» di Daniele Mencarelli

È brutto iniziare così, perché sembra davvero che a me non piaccia niente e che sia solo un cinico sadico che gode a divertirsi sul buttare cacca sui libri che legge, ma Tutto chiede salvezza è un libro mortalmente noioso... Non lo so se potrà innescare un meccanismo di sana identificazione catartica nei giovani che... Continue Reading →

«Febbre» di Jonathan Bazzi

Stava già simpatico sulla carta... Editore piccolino (la Fandango di Domenico Procacci, azienda produttrice di molti "oggetti" culturali - film, dischi, TV - che nel 1998 si addentra nell'editoria soprattutto con fumetti, e comincia a fare sul serio nell'ambito librario nel 2005, quando affida la direzione a Edoardo Nesi), spiccante rispetto ai colossi dei concorrenti... Continue Reading →

«Ragazzo italiano» di Gian Arturo Ferrari

Gian Arturo Ferrari ha lavorato con Paolo Boringhieri e poi alla Rizzoli, a Einaudi, a Sperling & Kupfer, a Piemme, ed è stato addirittura direttore della Mondadori... come editore, cioè come producer, ha seguito bestsellers grossi come Gomorra di Saviano e La solitudine dei numeri primi di Giordano... e dopo 30 e passa anni di... Continue Reading →

«Il colibrì» di Sandro Veronesi

Non mi andava granché di leggerlo, ma con lei (e neanche lei l'aveva letto!) se ne parlava, per curiosità: Veronesi l'aveva presentato bene nell'intervista/presentazione, in TV (fatta quando? a luglio? con vigente il distanziamento sociale anche per la troupe della RAI), durante la cerimonia dello Strega (che poi vinse, unico a vincere quel premio due... Continue Reading →

La presa della Bastiglia

Momento galvanizzante della Storia, ma via via, col tempo, divenuto sempre più controverso... Il 14 luglio 1789, un libertarissimo Vittorio Alfieri (1749-1803), con Ippolito Pindemonte (1753-1828), si mise a saltare dalla gioia per l'inizio della rivoluzione libertaria...tre anni dopo vide la tirannia di Robespierre e si trasformò (nei poco più di 10 anni che gli... Continue Reading →

«L’inverno più nero» di Carlo Lucarelli

Non siamo per niente dalle parti del capolavoro che fu L'ottava vibrazione... Tra i modelli di Lucarelli ho creduto di rintracciare: Zwartboek di Paul Verhoeven, film del 2006 su una analoga problematica di lotta tra Resistenza e nazismo, tra ripicche, spie e giochi più grandi della miseria che la guerra provoca...Quer pasticciaccio brutto de via... Continue Reading →

La tag di Lovecraft

Tante grazie a Cose Preziose che mi ha nominato, e tanta felicità che Tony abbia elaborato il tutto!E io arrivo a postare il tutto per il Tanabata! Diciamo che è un periodo adeguato! Ecco le regole: Ringrazia sempre il blog che ti ha nominato!Posta la foto in alto come immagine del post.Rispondi alle domande spiegando anche il... Continue Reading →

«La misura del tempo» di Gianrico Carofiglio

Ho dato una seconda possibilità a Concita De Gregorio, sicché l'ho data anche a Carofiglio, anche lui, in questa seconda chance che gli concedo (come con De Gregorio) impegnato in un libro pubblicato dalla mia adorata Einaudi... Leggo La misura del tempo, candidato al Premio Strega... La competizione allo Strega forse si spiega poco se... Continue Reading →

«M. Il figlio del secolo» di Antonio Scurati

Negli anni studenteschi di cinema, esisteva M, il mostro di Düsseldorf di Fritz Lang... Nel 2018 invece è uscito questo... Al Premio Strega gareggiava con quella cavolata della Straniera... Fu un po' "pompato", questo è certo... Frutto della nuova Bompiani in salsa Giunti (vedi le Musiche per le epidemie), fu promosso in modi massicci: Scurati... Continue Reading →

Un libro, un film, un’opera contro l’omofobia

Un libro non proprio...L'argomento è vasto, e un solo titolo non credo riesca a fare metonimia in alcun modo...Vado quindi per una poesia......per il componimento detto «della Gelosia» scritto da Saffo di Mitilene non si sa quando (lei si presume sia vissuta tra il 630 e il 570 a.C.)......il componimento è quello a cui Theodor... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑