Academy Awards 2021: brief commentary

MIGLIOR FILM

CODA

ha vinto su
Belfast
Drive My Car
Nightmare Alley
King Richard
Don’t Look Up
Dune
The Power of the Dog
Licorice Pizza
West Side Story

Non ho visto per niente La Famille Bélier, e CODA l’ho visto su Sky, in albergo, la sera dopo il lavoro, mentre parlavo al telefono con lei di letti e divani nuovi: non posso dire di averlo “seguito”…
Visivamente m’è sembrato di un piattume atroce, proprio da fiction, con una sottostoria “politica” gustosa ma che non ci incastrava praticamente niente, e in generale troppo montato dalla solita retorica arrivista americana del “primeggiare”, dell'”individualismo”, dell'”occasione che arriva e va colta” e altre scemenze…
Poi, sì, vabbé… non era spiacevole… caldamente familiarista, adolescenzialmente sentimentale, con qualche interesse per la tematica trattata sui non udenti…
Io l’avrei fatto concorrere in competizioni televisive… però vabbé… agli Oscar hanno vinto film peggiori…

MIGLIOR REGIA

Jane Campion – The Power of the Dog

ha vinto su
Paul Thomas Anderson – Licorice Pizza
Steven Spielberg – West Side Story
Kenneth Branagh – Belfast
Ryusuke Yamaguchi – Drive My Car

Sono molto felice che abbia vinto per la seconda volta consecutiva una donna… e, a parte la prima ora, The Power of the Dog è ottimo…
anche lui l’avrei fatto competere per la TV, ma è comunque ottimo!

MIGLIOR SCENEGGIATURA

Kenneth Branagh – Belfast

ha vinto su
Eskil Vogt, Joachim Trier – Verdens verste menneske
Zach Baylin – King Richard
Adam McKay, David Sirota – Don’t Look Up
Paul Thomas Anderson – Licorice Pizza

molto felice

MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

Sian Heder – CODA

ha vinto su
Ryûsuke Hamaguchi, Takamasa Oe – Drive My Car
Maggie Gyllenhaal – The Lost Daughter
Jon Spaihts, Denis Villeneuve, Eric Roth – Dune
Jane Campion – The Power of the Dog

mah, sì, mah… è stata l’americanizzazione di un soggetto… boh…

MIGLIOR ATTORE

Will Smith – King Richard

Andrew Garfield – tick, tick… Boom!
Denzel Washington – Macbeth
Javier Bardem – Being the Ricardos
Benedict Cumberbatch – The Power of the Dog

Ecco, ora ha vinto… erano 20 anni che lo voleva e lo cercava, l’ha tanto voluto, ecc. ecc.
Ora ha vinto, quindi anche basta…
Ha anche fatto il bullo violento con Chris Rock (davvero qualcosa di scolastico, qualcosa che poteva succedere tra i banchi di scuola a 16 anni, col bulletto che ti piacchiava per lesa maestà a causa di una barzelletta)… ora quindi, ok… basta davvero…

MIGLIOR ATTRICE

Jessica Chastain – The Eyes of Tammy Faye

ha vinto su
Kristen Stewart – Spencer
Nicole Kidman – Being the Ricardos
Olivia Colman – The Lost Daughter
Penélope Cruz – Madres paralelas

Non l’ho visto, ma a me piace Jessica Chastain…

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

Troy Kotsur – CODA

ha vinto su
Ciarán Hinds – Belfast
J. K. Simmons – Being the Ricardos
Jesse Plemons – The Power of the Dog
Kodi Smit-McPhee – The Power of the Dog

Da grande tradizione, dai tempi di Children of a Lesser God (quasi 40 anni fa: c’era il da poco scomparso William Hurt e c’era Marlee Matlin, quella che in CODA fa la moglie di Kotsur), l’Academy fa di tutto per premiare chi ha particolarità motorio-percettive… naturalmente, l’Academy “fa di tutto” solo quando tali particolarità riescono a essere rappresentate in un film che abbia i soldi sufficienti a essere promosso (cioè, appunto, una volta ogni generazione)…
forse va bene…
forse tali particolarità dovrebbero essere più quotidiane…
o anche boh…

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

Ariana DeBose – West Side Story

ha vinto su
Aunjanue Ellis – King Richard
Jessie Buckley – The Lost Daughter
Judi Dench – Belfast
Kirsten Dunst – The Power of the Dog

Mi sa che Anita di West Side Story è il ruolo che piace all’Academy… se tra 60 anni faranno un altro West Side Story, magari vincerà di nuovo l’attrice che fa Anita!
A parte gli scherzi, io sono in brodo di giuggiole! L’ho adorata!

MIGLIOR FOTOGRAFIA

Greig Fraser – Dune

ha vinto su
Ari Wegner – The Power of the Dog
Dan Laustsen – Nightmare Alley
Bruno Delbonnel- Macbeth
Janusz Kaminski – West Side Story

oddio che palle…

MIGLIOR MONTAGGIO

Joe Walker – Dune

ha vinto su
Hank Corwin – Don’t Look Up
Peter Sciberras – The Power of the Dog
Pamela Martin – King Richard
Myron Kerstein, Andrew Weisblum – tick, tick… Boom!

oddio che palle…

MIGLIOR SCENOGRAFIA

Patrice Vermette, Zsuzsanna Sipos – Dune

hanno vinto su
Grant Major, Amber Richards – The Power of the Dog
Tamara Deverell, Shane Vieau – Nightmare Alley
Stefan Dechant, Nancy Haigh – Macbeth
Adam Stockhausen, Rena DeAngelo – West Side Story

eh… era l’unica cosa che mi era piaciuta di quel Dune di cacca…

MIGLIOR COSTUMI

Jenny Beavan – Cruella

ha vinto su
Massimo Cantini Parrini, Jacqueline Durran – Cyrano
Jacqueline West, Bob Morgan – Dune
Luis Sequeira – Nightmare Alley
Paul Tazewell – West Side Story

Bene: Jenny Beavan è tra i grossi! Lei e Sandy Powell possono tranquillamente ambire a raggiungere Milena Canonero e Colleen Atwood a quota 4…
Irene Sharaff (a 5) è raggiungibile… ma Edith Head (a 8), forse no…

MIGLIOR COLONNA SONORA

Hans Zimmer – Dune

ha vinto su
Nicholas Britell – Don’t Look Up
Germaine Franco – Encanto
Jonny Greenwood – The Power of the Dog
Alberto Iglesias – Madres paralelas

anche qui, bene: è dal 1994 che se ne vuole un altro… è dal 2000 che si piagne perché non lo si ha…
ora s’è vinto con una sferragliata di joystick: sicché stiamo zitti, per favore, per altri 20 anni!

Non ho visto Drive My Car ma vi lascio immaginare la mia gioia perché NON ha vinto Sorrentino!

alla fine

CODA – 3
film
sceneggiatura NO
attore NP

The Power of the Dog – 1
regia

Belfast – 1
sceneggiatura

King Richard – 1
attore

The Eyes of Tammy Faye – 2
attrice
trucco e parrucco

West Side Story – 1
attrice NP

Dune – 6
fotografia
montaggio
scenografia
musica
sonoro
effetti visivi

10 risposte a "Academy Awards 2021: brief commentary"

Add yours

  1. Al di là dei premi, che lasciano il tempo che trovano, è stata secondo me una pessima edizione: confusionaria, imbarazzante, tiratissima per le lunghe, sembrava che non si sapesse bene come farlo ed è risultato tutto contraddittorio. Tagliano i premi tecnici per risparmiare tempo e sveltire la serata, e poi la ingolfano con sketch ridicoli e classifiche a ca**o di cane, Will Smith mi è caduto tantissimo come persona, e con quel gesto ha contraddetto tutto quello che il suo personaggio ha fatto nel film e per cui è stato premiato. Film buoni totalmentr trascurati in favore di filmetti carini ma dimenticabili. Ho perso una notte di sonno per questa roba, se avessi dormito ci avrei solo guadagnato.

    1. Proiettavano la serata in un cinema in centro a Firenze… s’era anche pensato di andare (e prendere le ferie), ma poi non se n’è fatto di nulla!

  2. Eccomi qua.
    Io invece ho dormito.
    E non solo stanotte, ma anche nei mesi precedenti, per cui conosco alcuni film solo attraverso le tue recensioni.
    Sono contenta per i costumi di Cruella: alcune chicche erano davvero geniali.
    Sono contenta come te, e non aggiungo altro, tanto abbiamo già detto.
    E non posso credere di non aver ancora visto West Side Story!!

  3. Immaginavo che l’incetta di Oscar di Dune non ti avesse fatto piacere… Comunque questi Oscar son sempre più dimenticabili, io ci vedo poco e niente che mi motivi a seguirli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: