TAG la mia estate ideale…

Allora, io odio l’Estate…
ma stavo per fare un superpost sulla musica colta da associare all’Estate…
poi mi sono reso conto che tante cose che vi avrei incluso, in previsione di altri post analoghi per le altre stagioni, sarebbero state ripetute ogni volta (le composizioni di Vivaldi, Rorem, Glazunov, Haydn, Čajkovskij, Raff ecc.), con solo pochissime “precipue” dell’Estate, e ciò mi ha fatto desistere e quindi pensare a un post «Musica colta ispirata alle stagioni» a cui, solo dopo, far seguire un post sulla «Musica d’Estate»…

Poi leggo il TAG di Sam Simon e allora mi cimento anche io, relegando a eterno limbo il post della «Musica d’Estate», che forse arriverà l’anno prossimo…

Per ora vediamo:

COLONNA SONORA
Se si intende “musica” in generale, riecco rientrare dalla finestra la «Musica d’Estate»…
per me l’Estate richiede fresco, sicché, di certo Alpensinfonie di Strauss, Les Préludes di Liszt, Antarctica di Vaughan-Williams (numero 25 delle Symphonies) e il concerto per violino di Sibelius: parlando di ideale, ovviamente…
A livello effettivo ho passato quest’estate ad ascoltare Also sprach Zarathustra di Strauss (Sinopoli, New York Philharmonic), e il Lago dei Cigni di Čajkovskij (numero 29 di Operas IV) nelle letture di Neeme Järvi (orchestra di Bergen) e, soprattutto, Gennadij Roždestvenskij (orchestra della radio di Mosca)… ultimamente, in un rigurgito antinazista, ho sentito, senza molta attenzione in sottofondo mentre facevo altro, Babij Jar di Šostakovič (che sarebbe la Sinfonia n. 13; versione Kondrašin raccattata da YouTube)…
Se invece per “colonna sonora” si parla proprio di “colonna sonora” di film da ascoltare d’estate, beh, allora andrei su Thor di Patrick Doyle (dal film di Kenneth Branagh) e l’immortale Krull di James Horner (dal film di Peter Yates)

LUOGO
A livello ideale Garmisch-Partenkirchen, naturalmente! O Canazei… O una più generica Baviera… a livello effettivo un cavolo di nulla: non mi sono potuto permettere alcun luogo…

VIAGGIO
Idealissimo: da Helsinki alla Lapponia… e forse Capo Nord…

PROGRAMMI TV
Agosto ha visto la supremazia delle maratone Mentana a causa della crisi di governo (era ora! anche se fa tutto schifo lo stesso, data la mentalità ormai salviniana della gente: durante la crisi di oggi, che, vi ricordo, è durata 6 ore, ho Twittato con una merda che mi continuava a dire che l’unica mafia che esisteva era quella di Buzzi e Carminati che è una “mafia rossa” [in spregio al fatto che Carminati è un fascio e così Alemanno che l’ha pagato più di tutti], che i migranti dovrebbero tutti morire, e che l’Europa va cancellata perché è il male)…
Finora avevo visto soprattutto gli spezzoni Intermezzo del canale Mezzo di TVSat, che, per fortuna, ha mio suocero; quella cavolata di InOnda con quei brocchi di Telese e Parenzo; e quasi nient’altro: io non posseggo un televisore…
A livello ideale io, d’Estate, trasmetterei, su Rai1, solo opere liriche dai grandi festival: sono attivi Macerata (che io ho visto dal vivo, ma che mi sarebbe piaciuto vedere in TV anche quest’anno), Bregenz, Savonlinna, Glyndebourne ecc.

SERIE TV
Assolutamente nessuna…
Solo se qualcuno si presentasse a dirmi «dai, la settimana prossima ci sfondiamo di Buffy, the Vampire Slayer o Twin Peaks» potrei considerare di unirmi…

FILM
A livello ideale, l’Estate è ottima per rivedersi la serie di Mad Max… e ci sta che la settimana prossima mi ci metta!
A livello pratico, con lei abbiamo studiato Natalie Portman in tutti i suoi film più improbabili: s’è visto anche Anywhere but Here di Wayne Wang (oddio che palle) e perfino Your Highness di David Gordon Green (almeno faceva ridere)… ma s’è visto anche Senti chi parla, in tutto il suo trash in italiano! [Io adoro Amy Heckerling: bisogna che ne scriva!]
Ho rivisto con piacere anche The Great Mouse Detective della Disney…

FUMETTO
C’ho da leggere, su consiglio di lei, un numero di Julia della Bonelli: ormai è quasi un mese che lo devo leggere… cacchiarola!

LIBRO
L’Estate è davvero l’unico periodo in cui mi riesce di leggere come dico io…
Ho letto Tarás Búl’ba e la Notte di Maggio dalle Veglie di Dikan’ka di Gógol’, Padri e figli di Turgénev, Che fare? di Černyšévskij, Un eroe dei nostri tempi di Lérmontov (io adoro i russi)… Di Proletkult e Nella Notte lo sapete, anche della sciocchezzuola di Manzini… Poi ho recuperato anche Stella rossa di Bogdánov, Gli indifferenti di Moravia (no, non l’avevo mai letto: vergogna!), sono dietro alla mia adorata Introduzione alla retorica del cinema di Sandrone Bernardi, ma a pezzi e bocconi (a pezzi e bocconi ho letto anche qualcosa dell’ultimo saggione sul lavoro di De Masi)… mi mancano gli ultimi 10 capitoli di Un luogo incerto di Fred Vargas (forse ne scrivo), e sono in programma, in un rush finale prima di tornare a lavoro, L’ottava vibrazione di Lucarelli e le Anime Morte ancora di Gógol’ (e forse a questo sacrifico Mad Max, mmm, vedremo… in conto, nel conteggio del tempo da “rosicare” alla lettura, c’è anche la visione di The Lion King in inglese nel cinemino sotto casa, e Labyrinth da vedere “per lavoro”, mmm, si vedrà)

RIVISTA
Non ne ho lette neanche una…
Mi sono azzardato a dare un’occhiata a un articolo denigratorio di Italo Calvino, online su Linkiesta, e mi sono arrabbiato…

GIOCO // GIOCO DA TAVOLO // VIDEOGAME
Sempre e solo il Trivial Pursuit
Al massimo Scala Quaranta e la Settimana Enigmistica… o Monopoli!
Gli altri giochi da tavolo, specie con le carte, li ripugno…
Non so comprendere i videogiochi, anche se simpatizzo (se ne parlò con amici anche qui)

ATTIVITÀ
A livello ideale, io d’Estate voglio solo vegetare…
Per fortuna poi si riesce a fare qualche camminata: siamo stati all’Eremo sopra le Gole dell’Infernaccio, su sul Monte Bove…
Fossi stato a Garmisch avrei provato ad andare alla Königshaus am Schachen passando dal Partnachklamm (ma non so se ce l’avrei fatta)…
E un giorno ce la farò ad andare sul Vettore al Lago di Pilato dé!

CIBO
D’Estate non cambio abitudini… La pizza e le patate sono sempre l’elemento determinate dei miei sogni alimentari… seguono i legumi e il seitan…
Un attimo… forse c’è una cosa che davvero cambia in Estate a livello di cibo: la granita…

CHI NOMINO
Nomino Chiara Schioccoli…
Non esiste?
Vabbé…

7 risposte a "TAG la mia estate ideale…"

Add yours

  1. Grande Nick! Vedo che sui luoghi e i viaggi siamo praticamente agli antipodi… X–D

    Molto interessanti le tue letture e sai che i Mad Max è qualche giorno che me li voglio rivedere pure io?

    1. A me viene sempre la tentazione ogni anno, verso il 25-27 agosto… ma non ce la faccio quasi mai a vederli tutti… una volta vidi il primo e sbagliai a indicare l’audio e lo sentii nel doppiaggio americano, uffa!

      1. Ahahah! È ridicolo sentire Mel Gibson con un’altra voce e con un accento esageratamente yankee! Incredibile come l’australiano fosse considerato degno di traduzione negli Stati Uniti al tempo, alla fine poco prima che scoppiasse la moda di Oz con film che ne celebravano gli stereotipi come Crocodile Dundee…

    1. è una malloppa di migliaia di pagine ma disamina, indaga e riferisce su tutti i costrutti filosofico-sociologici sul concetto di lavoro emersi in qualsiasi spazio-tempo (dai presocratici alla Bibbia, da Ford al neoliberismo): io l’ho trovato un testo illuminante, quasi una antologia commentata sulla sociologia del lavoro: interessantissimo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: