Ich bin ein Berliner…

A Pasqua siamo stati a Berlino, e abbiamo visto tantissimi monumentini a questo e quell’altro fatto storico…
Berlino è un libro di storia fatto città: formelle sul marciapiede che ricordano deportazioni, statue di presidenti (ce n’è una con Gorbačëv, Bush sr e Kohl), colonne su coloro morti nel tentativi di scavalcare il muro… Berlino è un enorme monito al MAI PIÙ della barbarie, una città intera emblema della memoria fatta apposta per non ripetere mai più nazismo e muri!

Vedere questa città oggi, con i muri che si ergono di nuovo (in Messico come in Ungheria), e vedere che tutta la storia berlinese e mondiale (che a Berlino ha avuto il centro nevralgico) è dimenticata, nonostante ci sia una città intera costruita quasi apposta perché quella storia fosse ricordata in eterno, è veramente triste…
Un viaggio a Berlino rende tutti molto più libertari!

Tra le tante cose che abbiamo fatto, tutte molto ovvie, ce n’è una forse insolita: abbiamo esplorato il Tiergarten…
anche quello pieno di fiumi, fontane, monumenti (a Goethe, Beethoven, Mozart, Haydn, Lortzing, Rousseau, Karl Liebknecht, alle vittime sovietiche della Seconda Guerra Mondiale [un po’ troppo militaresco], alle vittime gay del nazismo [piccolo e un po’ anonimo]), siamo arrivati alla Siegessäule, ci siamo spaparanzati nella Luiseninsel, accanto alla Amazone di bronzo, s’è visto paesaggi “giardineschi” eccezionali… rispetto ad altri parchi che abbiamo visto (Nymphenburg o l’Englischer Garten a München, per esempio) non aveva granché di più, ma aveva il vantaggio di essere parco cittadino, centrale, come un Central Park newyorkese!
Sapere che era stato costruito come parco di caccia ci ha un po’ turbato, ma ha spiegato il perché delle tante statue a soggetto venatorio (cacce alle volpi, al cinghiale ecc.: ce n’è una tristissima con un leone e i suoi cucciolini che piangono la leonessa colpita da una freccia! traumatico!)
La Siegessäule, e il monumento a Bismarck lì vicino, impongono sul Tiergarten un’aura un po’ “maligna” e “guerresca”: monumenti eretti per vittorie miliari prevaricanti (simili al Völkerschlachtdenkmal di Lipsia), costruite da regimi militari aberranti…
beh, sai che?
questi monumentacci odiosi oggi sono motivo di struscio, passeggio e “ricreazione” del tutto pacifica!
È una vendetta della pace sulle coglionerie della guerra!

In questi giorni ci siamo chiesti cosa abbia Berlino di così speciale…

Sarà per S-bahn sopraelevata che te la fa vedere in modo “amichevole”… la Metropolitana di Milano, per esempio, pur efficacissima, ti fa capire molto male la “planimetria” della città, mentre la S-bahn berlinese ti fa capire subito dove sei…

Oppure per la presenza di tanti e riconoscibili punti di riferimento che vedi subito, al primo sguardo “in su”: la Fernsehturm la vedi dappertutto, e spesso ti spuntano anche la Siegessäule e il Sony Center… lo Skyline è quindi riconoscibile e molto “user friendly”: ti fa orientare senza grossi problemi…

O il fatto che ci siano parchi, parchettini e piazze verdissime, che le auto non siano poi così tante a dare fastidio per le strade (non come Mosca che ha la stessa quantità di storia da raccontare ma che è percorsa da vere e proprie autostrade, nonostante la babelica ma ottima metropolitana), che gli scorci offerti dalla Sprea e dai suoi canali siano sempre stupendi e che garantiscono un connubio tra palazzi, uffici e “natura” godurioso (come succede anche a Helsinki: per rimanere alle due città che ho visto più di recente, prima del ritorno a Berlino)…

O forse è davvero la forza della Storia, che ha plasmato Berlino in tutti i suoi anfratti e in tutti i suoi moniti alla libertà, tutte le sue proposte libertà e di memoria anti-nazista…

Boh

Fatto sta che Berlino è casa… Berlino è home…
proprio davvero Wir sind Berliner!

Annunci

2 risposte a "Ich bin ein Berliner…"

Add yours

  1. Ti leggo mentre attendo all’aeroporto il volo per Amsterdam (quest’anno i ponti hanno proprio invogliato a fare queste “gite”)…
    A Berlino non sono mai stato però, la immagino una città rigida, mi piace questa idea della storia che trasuda da ogni parte…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: