Eneide: quale edizione scegliere?

Qualche mese fa mi sono reso conto di avere una sola edizione dell'Eneide nella mia casa avita e nessuna a Firenze... Avevo la versione classica Einaudi (comprata, a dir la verità, sul Club degli Editori, vetusto "negozio" di libri per corrispondenza) di Rosa Calzecchi Onesti (1967), assai diffusa in numerose ristampe... non so quale editore,... Continue Reading →

Il papiro del 2017/’18

Eccoci al papiro della stagione cinematografica del 2017/2018: 54 titoli quello del 2016/2017 (47 film) è in La Caduta di Pontoppidan quello del 2015/2016 (47 film) è in Jiminy Cricket quello del 2014/2015 (32 film) è in Psych! quello del 2013/2014 (36 film) è in Il Conte di Palomino quello del 2012/2013 (38 film) è in C U Next Tuesday... Continue Reading →

Lady Bird

Quando i film come questo - quelli della teen-ager americana che voleva essere ricca e combatte con la madre per primeggiare nella vita, litiga con le amiche del cuore per ingraziarsi le riccone, poi torna dalle amichette per andare al ballo di fine anno, e poi va al college piena di speranze, mentre nel frattempo... Continue Reading →

Elogio di EVA

I 10 personaggi mi hanno fatto riflettere sul fatto che, al contrario di Kodocha, Orange Road e Buffy (Kodocha 21, La trentenne Orange Road, Kodocha e Orange Road, again, Vent’anni di Buffy), in questo blog non c'è quasi nulla su Neon Genesis Evangelion, a parte gli accenni, non proprio elusivi in effetti, in Shin Godzilla...... Continue Reading →

Sul rumoreggiato reboot di Buffy

Come si evince dai 10 personaggi e dai Vent’anni di Buffy, io adoro il Buffy di Whedon, e, coerente con le mie idiosincrasie verso i reboot e i remake odierni (vedi tutto quanto da Rogue One a Starkiller a Justice League), non mi aggrada l'idea che lo rifacciano... però ho molte domande da rivolgere alla blogosfera e ai nerd di turno, che inneggiano al... Continue Reading →

The Square

Forse è il collasso della società odierna, divisa tra ricchi e poveri, beoti ed elitari, che polarizza il cinema in due correnti estremizzate... Nella società c'è metà della gente che miniaturizza la complessità del mondo rendendola «semplice»: Salvini, Trump, Le Pen, gli analfabeti funzionali: propongono modi semplici per affrontare problemi scomponibili e "vicini", sbattendosene del... Continue Reading →

Il giovane Karl Marx

È un film simile a quelli descritti in L’ora più buia... Laccato, attento alla ricostruzione, preciso, rievocante... Non è spiacevole, ma, a mio avviso, ha alcuni problemi di freddezza e di "volare basso"... più che i film citati in L'ora più buia, ricorda prodotti un po' "minori", o un po' più "persi" nello stream dei tanti film storico-importantosi...... Continue Reading →

10 personaggi

Ispirato da EvilAle, eccomi a scegliere 10 personaggi... È impossibile perché:Io non mi affeziono ai personaggi...Io detesto i personaggi...Io amo solo le storie... Costretto con la forza stilo come segue, alla rinfusa e a caso, specificando subito che non si tratta affatto di identificazioni ma solo di ispirazioni...Gli ex-aequo saranno molti non per eludere il... Continue Reading →

Maggio Musicale Fiorentino: Riccardo Muti: «Macbeth»

Firenze è andata in visibilio per Riccardo Muti, e nella sua persona si è crogiolata nella nostalgia del grande festival del Maggio che era una volta, sotto la sua direzione, nel gloriosissimo periodo 1968-1980... Una nostalgia molto vicina all'idolatria, quella che a Firenze neanche Mehta ha più...  Il suo ritorno ha dato origine a incontri... Continue Reading →

The Party

Finalmente ho visto The Party grazie all'Arena di Marte, e non posso che accodarmi a quanto già detto da Sam Simon, variando di poco il suo impianto recensivo, ma virando più sulla «normalità» che sul miracolo... Il film è carino, intelligente, girato con somma cognizione di causa, divertente e riflessivo, socialmente e politicamente (il Party potrebbe essere non... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑