Collateral Beauty

Sarò breve.

Visivamente, la povera Maryse Alberti (quella di The Wrestler) garantisce una certa luccicanza non brutta: le cose brillano felici, e anche Frankel, ogni tanto, butta là una sicura sinergia tra frame, scenografia e montaggio (di Andrew Marcus, un vecchio e sapiente montatore)…

Però le pecche sono tante:

  1. Gli attori sono quasi non pervenuti: Will Smith fa vergogna, Norton anche, la Knightley pure, Peña non ne parliamo, la Mirren gigioneggia… Si salva, parzialmente, la Winslet…
  2. La storiella, mutuata in un certo senso da Frank Capra, con angeli e demoni a lavoro sulla terra, con spruzzi derivati da Joe Black (di Martin Brest, 1998), è efficace solo nell’agnizione con Naomi Harris, mentre per il resto degli elementi è dozzinale, abbozzata, e poteva essere molto più strutturata, con qualche allusione in più per centrarla meglio…

Sicché, che dire…

È in qualche modo tempo perso… La svolta “soprannaturale” finale poteva essere illustrata assai meglio, e fa rimanere in bocca lo stesso amaro che lasciava Joe Black: il mondo va a catafascio, l’80% della popolazione del mondo muore di fame, ma Tempo, Morte e Amore vanno ad aiutare i ricconi, i padroni delle multinazionali… e li aiutano sì a elaborare i lutti, ma anche a fare più soldi (grazie all’intervento delle “entità” presunte, i ricconi fanno gli affari)…

La morale?

Che anche se sei ricco, comunque, i lutti li devi elaborare, e quindi i soldi non prevengono dalla morte?

Forse…

ma intanto la cosa ti fa esclamare che, cacchio… i problemi “veri” quando si affrontano???

in definitiva è un film che, al massimo, arriva al 5… non di più…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: