Starkiller

Svarionata sulla tendenza del cinema contemporaneo a replicare i classici degli anni ’77-’84, cominciata con Super8 di Abrams e continuata, tra gli altri, nella serie di Netflix Stranger Things e nell’odierno Rogue One

Secondo me è una terribile cacchiata di tendenza, per molti motivi…

Close EncountersETThe Goonies, erano tutti, sicuro, romanzi di formazione infantili e avventurosi, in cui le peripezie erano al centro… Ma erano anche avventure inconsce, o metacinematografiche… ET non è solo un alieno, è anche il cinema, la crescita stessa, e le cose che “si perdono ma che restano dentro quando si diventa grandi”… O forse è perfino Gesù, e quindi istinto rigenerante della narrazione (vedi il vecchio They Danced by the Light of the Moon…)

L’alieno di Super8 invece cos’è? È un alieno e basta…

Le inquadrature di Spielberg e Donner, nei film classici, PARLANO di qualcosa, sottolineano le metafore inconsce e metacinematografiche… Quelle di Abrams e di Stranger Things sono puro sfoggio di tecnica, non hanno “valenza”… Quelle di Super8, con tutti gli attraversamenti di cose in digitale, proprio si crogiola nell’autocompiaciutezza di esserci: sono immagini che per scopo hanno solo l’edonismo dell’immagine, senza il “discorso” di sguardo, ma solo sfoggio di atletismo… Super8 è come Revenant: puro sfoggio, mentre ET era Neon Demon.

Per cui, quando mi dicono: «devi tornare a 13 anni per capire quei film», oppure «se hai gustato ET non può non piacerti Stranger Things», io piango…

Perché Super8Stranger ThingsRogue One sono solo la superficie edonistica di GooniesClose EncountersStar Wars… Una superficie che getta via qualsiasi catarsi, qualsiasi idea “corposa”, e che mette in scena la pura evasione in prodotti che erano stati i maestri dell’inserimento di “serio” nel “faceto”… Abrams ed Edwards ributtano tutto nel faceto!

Quindi è evidente che di Spielberg e Donner non hanno capito nulla!

E li copiano in modo scemo!

Quando Picasso imbratta Velázquez è sicuro di fare meglio e fa un discorso estetico! E fa qualcosa di nuovo! CONTRADDICE Velázquez per un nuovo linguaggio!

E così quando Tarantino imbratta Leone e Altman è sicuro di fare qualcosa di nuovo con pezzi di Leone e Altman, dicendo che il modo odierno di fare cinema è con i cocci gloriosi del passato, lì apposta per essere ricomposti in un tutto che crea, paradossalmente, il NUOVO…

Invece Abrams ed Edwards COPIANO Spielberg ma escludono che la cosa sia nuova!

Non pensano che quello che fanno sia “estetico”, né “catartico”… Copiano la superficie e nient’altro… E la copiano anche male!

È come se ricopiassero al Maya Desnuda in maniera identica, però la ricopino DI SPALLE!

Vuol dire non averci capito niente! Il senso risulta totalmente OPPOSTO all’originale… Una copia che contraddice sì l’originale ma non per creare nuovo, ma solo per una imprecisa riproposizione che però determina una incomprensione totale! – È come fare U-Boot 96 di Petersen però dalla parte degli americani: perde tutto il senso!

Per cui basta con le cacchiate «a 13 anni s’era così», No!

Perché a 13 anni vedevamo, inconsciamente, le valenze catartiche, mentre adesso vediamo solo la superficie, la sola cornice… il solo edonismo…

In Super8 si piagne tanto della mamma morta, ma c’è un singolo momento cinematografico che enfatizzi la cosa? No!

ET potrebbe essere perfino Gesù: l’alieno di Super8 cos’è???

Nei Goonies c’è lo stupore della nave, la tematica dell’eletto che, da solo, può VEDERE per primo (e unico) l’occhio mancante di Willy, e che da solo capisce la valenza della nave-parcogiochi, simbolo di inconscio infantile da cui separarsi per crescere…

In Super8 che c’è?

C’è tutto quest0?

No!

Nell’Impero colpisce ancora Luke lotta, nella caverna, con un Darth Vader che scopre essere lui stesso, segno che tutta la lotta è una lotta con il nostro inconscio cattivo…

Nella Vendetta dei Sith c’è tutta una metafora della fine della democrazia…

E perfino in Il risveglio della forza c’è un discorso anti-nazista e di problematiche edipiche…

In Rogue One ci sono cose simili?

Ci sono impapocchiamenti confusi sulla resistenza, per nulla compiuti, e raffazzonati!

C’è una scena in cui i personaggi si “esplorano” mentalmente?

No!

Perfino Rey ha momenti di subconscio, che Jyn ha per 4” molto poco incisivi! E l’inquadrare le ombre, cosa su cui Edwards insiste tanto, per pura opulescenza di stile, cosa è se non fine a se stessa? Mentre ogni ombra, in Lucas, Kershner e Spielberg è motivata!

L’Impero di Lucas e Abrams sono il nazismo e l’inconscio, mentre l’Impero di Edwards è SOLAMENTE l’Impero di Lucas! È solo autoreferenziale!

ET, gli alieni di Close Encounters, la nave di Willy l’Orbo, sono il cinema e la materia narrativa (anche salvifica, vedi ET-Gesù) dell’infanzia… Invece i bimbetti slavati di Super8 con chi hanno a che fare? Con una autorefenzialità di superficie con ET: sono ET senza essere ET, senza aver compreso ET…

Picasso COMPRESE Velázquez e lo copiò, distruggendolo, assorbendolo e contraddicendolo per farne nuova arte…

Abrams ed Edwards NON COMPRENDONO Spielberg e Lucas, ma lo copiano senza assorbirlo: una copiatura di facciata… È come se copiassero una chiesa ma facendo solo il davanti! O come se facessero una persona copiando solo le fattezze e parte dei modi di dire, ma non il carattere!

SONO DROIDI DI FILM!

E questi che apprezzano Super8, poi odiano Twilight

Ma è Twilight che ha quella valenza che aveva Spielberg nel 1977!

Se avessi visto Twilight a 13 anni mi sarei divertito come un cretino!

Però non va bene…

Perché ci vuole un “ossequio superficiale” ai classici per “riconnetterci”, noi 35enni, con il 1984…

Questo denota che siamo, come dice J-Ax, BIMBIMINKIA FOR LIFE…

Non ci va bene che le cose siano per 13enni: devono essere cose CHE CI PIACEVANO A NOI QUANDO S’ERA 13ENNI…

La cosa è folle…

perché spesso coinvolge cose che a 13 anni non ti piacevano per nulla!

A 13 anni io odiavo i telefilmetti, le serie animate e libretti di Guerre stellari! E Rogue One è esattamente un prodotto di quelli: uno “sfruttamento dell’universo” identico ai libretti!

Io odiavo Le avventure del giovane Indiana Jones!

Perché dovrebbero piacermi adesso?

Solo perché “copiano” uno stile che dovrebbe essermi caro perché mi riporta al passato?

Questa non è estetica,

non è gusto…

è solo ridicola NOSTALGIA

che sta creando mostri e stronzatelle senza mordente…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: