Der Himmel über Berlin


la "trasferta" a Berlino Ovest è stata rigenerante…

le cose non sono rose e fiori eh, perché dalla DDR si passa al più puro nazismo… però, le geometrie dell’Olympiastadion sono quelle del film Chariots of Fire di Hugh Hudson, quello con la musicona di Vangelis (e io mi sto rammaricando di non star vedendo le Olimpiadi di Vancouver), e il Waldbühne è quello da dove ho scaricato diversi video con i Berliner Philharmoniker e Zubin, Mehta, Ozawa, Dudamel…
…ti avvicini alla piazza del rotondossimo Olympiastadion, razionalissimo, scarnissimo, che voleva scimmiottare il "classico", con le colonne altissime a sorreggere i 5 cerchi e senti davvero Five Circles di Vangelis… e vedi proprio la pidocchiosità dei pizzicagnoli che si "davano un tono" citando a cazzo i classici…

rigenerante è stato anche sentire la Storia non novecentesca e i monumenti degli Hohenzollern e degli Hohenstaufen: la Zitadelle Spandau e lo Schloss Charlottenburg…
la prima è una "rocca" tipica, con bastioni e fossati, simile alle mura di Lucca (incalcolabilmente più piccola e "giovane", Lucca è romana e poi ‘200esca e ‘400esca) e alla Hohensalzburg…
il secondo è il castellone dove stava il Kaiser della Prussia (
Preußen), lo scenario delle guerre ‘700esche per il dominio sul Sacro Romano Impero tra gli Hohenstaufen di Friedrich II (amico di Voltaire) e gli Habsburg di Marie Therese (che, essendo donna, si sposò e fece diventare il casato Habsburg-Lothringen), il corrispettivo prussiano ai viennesi Hofburg e Schönbrunn…
lo scenario della Guerra dei 7 Anni, l’evento centrale del ‘700, base di tutto quello che è venuto dopo: Marie Therese era la mamma della Sposa del Borbone di Napoli (Marie Caroline, e cioè la Scateni) e della Sposa del Borbone di Francia (Marie Antoinette): matrimoni combinati apposta da Marie Therese per avere alleati nella Guerra (come potete vedere da una qualsiasi cartina, se AustriaUngheria, Francia e Regno delle Due Sicilie erano la stessa grande familia, la Prussia si trovava completamente accerchiata; dato che in Russia c’era probabilmente Ekaterina [Ikatirìna] o qualsiasi altro Romanov [Ramànaf], che gli importava una sega del Sacro Romano Impero; la Prussia trovò degli sciagurati alleati nei Britannici di Giorgio III, solo perché questo era della casata Hannover)…


tutta questa Storia più lontana mi ha fatto meno tristezza della Storia più vicina (vicinissima, dato che la DDR c’è stata fino al 1990)…

sia Spandau che Charlottenburg sono "fuori", hanno un ritmo più da paesettino, la case non sono i casermoni della produzione massificata socialista di Berlino Est, ma sono case normali… Spandau è proprio lontano anni luce, e la Zitadelle è come un qualsiasi parco comunale, né più né meno come il Castello di Piombino…

Questo non vuol dire che Berlino Ovest sia meglio, poiché la Berlino Ovest metropolitana, nonostante abbia edifici e case migliori (il bellissimo Kulturforum, Potsdamer Platz) e una "intensità" di vita più normale e "pallosa", ha i suoi lati scuri, anzi scurissimi…
la vita notturna è tutta nella ex DDR… all’Ovest non c’è una sega e questo ha fatto sì che oggi si vedano "cicatrici" dei problemi sociali del 1977, quando a Potzdamer Platz non c’era un cazzo da fare e il perbenismo imperava per reazione ad un DDR dissoluta (pare che molti fossero nudisti)…
Una reazione perbenista che ha scatenato un giringirello sociale che ha fatto sì che lo scandalo più serio successo nel ’77 sia stato quello dei Kinder von Bahnhof Zoo:
bimbi "bene" che si drogavano pesantemente, scoperchiando la pentola a pressione, dove ribollivano solo schifezze…
lo spettacolare e signorile Tiergarten di notte diventava orroroso spazio di nessuno, dove tutti quanti venivano lasciati soli, vittime della "reazione" pottaiona…

dall’alto della Siegessäule, un Angelo dorato guardava triste Potzdamer Platz e i Kinder von Bahnhof Zoo (e sopra l’angelo c’era appollaiato addirittura Bruno Ganz nell”87! — e occhio a leggere, in biascicato tedesco, Kindar fon Banhof Tsoo [questo perché la Z tedesca è quasi fricata in Ts])

quindi anche a Berlino Ovest c’è la merda del mondo…
perché, come spero di spiegare meglio in un post riassuntivo, Berlino è una gigantesca cicatrice sul culo del mondo… una cicatrice fatta di altre cicatrici…
cicatrici che di inverno trasudano per la neve…
e chi non esce di notte, supportato da David Bowie e dai Kinder von Bahnhof Zoo, fregandosene della DDR e "nascondendosi" dentro edifici massificati per farli rivivere… beh, chi non fa "rivivere" perché non è vivo…
beh…
sta male
come se Berlino non avesse una vita sua, ma andasse sempre "risuscitata"…
ma io vita non ce n’ho…



COMUNQUE queste connessioni cinematografiche (Barry Lyndon, Uli Edel, Wim Wenders, Chariots of Fire), storiche, questo ritmo "paesone" di Charlottenburg, questo passeggiare senza meta per la città e osservarne i cambiamenti da posto a posto (dalla socialistissima Friedrichshain del muro, dei locali notturni, e del Karl-Marx-Allee; all’ibridazione di Alexanderplatz, luogo della Torre della Televisione che più DDR non si può, ma che adesso è la porta alla pottaionaggine di Unter den Linden e ai centri commerciali di Friedrichstasse; alla "tranquillità" un po’ pallosa e una volta ipocrita di Potsdamer Platz e del Tiergarten; alla "vita da paesone" di Charlottenburg e Spandau), e queste osservazioni sociali mi hanno fatto stare bene, tanto da svegliarmi oggi con molta più contentezza…
mi sono buttato in un magico negozio di dischi dove un intero piano era per la musica operistica (per me è stato libidine), e ho visto felice e contento la Philharmonie anche dentro (fantasticamente anni ’60)

come concludere se non con

I Love Us

?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: