Space Century




insomma mentre passeggiavo con
la Lottola (sul ghiaccio e a meno 10 gradi) mi sono imbattutto in un
condominio qualsiasi del super-centro berlinese (quello che si chiama
Mitte)…


s’era un pochino di sotto Unter der Linder, forse Französische Strasse…







c’era una verandina sorretta da "braccia" ad L rovesciata, con "braccio" al muro e uno alla verandina…

la L era tutta rossa, minimalista, razionale e liscia…

il numero civico del
condominio (purtroppo non un 47, sennò era troppo, ma un 86 mi sembra)
spiccava in una "lampada" cubica tutta bianca, con un font asciutto e
cubitale, quadrato…


…è stato il massimo del mio "sentore di dittatura"



le case sono casermoni "civili" quasi dormitorio

o sono iper-mega complessi edilizi iper-tecnologici e iper-futuristi che vogliono scimmiottare New York

e quasi sempre questi
edificiono ospitano centri commerciali in cui c’è tutto, secondo la
logica della Shopping Mall: mentre compri mangi, leggi, cachi, non stai
"fuori", stai al Centro Commerciale (come credo faccia la gente che sta
in via Canova o all’Argingrosso)




sennò c’è l’architettura tardo impero prussiano Hohenzollern

tipo il Duomo, o la stessa
Porta di Brandeburgo (fintissima come ogni cosa in ambiente
neo-classico centro europeo: vedi il Rathaus viennese o i Propilei
Wittelsbach a München, dove sono i musei di arte greca e romana, guarda
caso), o il Reichstag (su cui la cupola nuova di Norman Foster fa uno
strano effetto estreniante non privo di fascino)




le vie sono stradoni immensi

e alle 20:20 in giro non c’è nessuno



dove Berlino ha il fascino
"cattivone" sono nei quartieri "nuovi" dopo Alexanderplatz (che è
l’apice del realismo socialista architettonico), in Friedrichshain o
Kreuzberg, per esempio…


lì hanno sfogo tutti i
dissociatismi, tutte le tristezze, la Big City Life dei freak e di
Fassbinder: le mura graffitate, la tristezza imperante che ispira
"diversità" e "attività artistica" per "evadere ed esprimersi"…




sicuramente di notte la città vive

le bimbe probabilmente
andranno a verificare il mito della Berlino briacona e
super-divertentona che io ancora non sto vedendo… perché la
Metropolitana è davvero buonissima, ma ha i suoi difettucci: smette a
00:30 e il "raccordi" tra S-Bahn e U-Bahn sono spessissimo farraginosi
(ti tocca uscire dalla stazione della S e cercare col lanternino la
corrispondente stazione U, che, una volta uscito, può essere in su, in
giù, a destra, a sinistra, e non c’è un cazzo di indicazione che ti
metta sulla via…); e poi perché alle 23:30 mi viene sonno… sono
vecchio!




oggi musei

e domani Bohème



la vita d’Ostello non è malissimo

ma, ovvio, se avessi 10 anni di meno me la godrei di più…



però non va male

è freddo!

e la carineria è tanta

quindi



deh oh!







Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: